Amo scrivere, in modo totalmente anarchico, senza pressioni e senza scadenze.
Scrivo per lo più quando sono malinconica...

Social Network

Frappe Senza Glutine

il passato va compreso, non dimenticato

Febbraio 12, 2019.AliceChiara.2 Likes.0 Comments

Ho scritto questa ricetta parecchio tempo fa. Rileggermi mi fa sempre un certo effetto. Ricordo perfettamente quel periodo, finalmente con un sereno distacco. Nonostante quel che ho scritto non mi rappresenti più, ho deciso di non cancellarlo.

Semplicemente perché il passato va compreso, non dimenticato.

Alice Chiara

Ormai chi mi segue da un po’ sa che sono un’anima in pena, in continua balia dei miei sbalzi umorali, un giorno alle stelle quello dopo alle stalle. Va bene cosi, in fondo questo fa parte del mio essere ed ho imparato a convivere con questa mia dualità che, comunque, mi contraddistingue da sempre.

Dopo il corso sulla panificazione di sabato, dove ero carichissima e molto felice, ho avuto il mio solito down dato dallo scemare della tensione nervosa. Cosi ieri mi sono accovacciata sul divano tutto il pomeriggio, sistemando foto e guardando film in bianco e nero e mi sono di nuovo un po’ interrogata sul mio percorso.

Mi piace ogni tanto mettermi davanti allo specchio, e farlo quando non sono al massimo della forma mi rende più lucida ed obiettiva. Mi sono domandata, ad esempio, perché finisco sempre per perdere tempo con persone che non possono ne vogliono condividere nulla di che con me, quando dovrei (anzi devo) godermi quelle persone che mi vogliono bene in modo pulito e disinteressato. Mi sono anche domandata perché non so mai darmi abbastanza valore, sento di dare tanto agli altri ma poi io mi svendo pensando di non essere niente di importante, di non essere poi cosi utile. Poi mi incazzo con me stessa, mi urlo contro e mi deprimo. Poi ragiono e capisco che, per quanto possa scervellarmi su questo lato di me, non riuscirò mai a cambiarlo, troppo radicato. Il pensiero di una vita serena è ancora terribilmente lontano.

L’anno scorso ho pubblicato la ricetta delle frappe/chiacchiere/bugie/cenci senza derivati animali, quest’anno ho provato a farle anche senza glutine. Il risultato ci è piaciuto molto quindi eccomi qui a pubblicarlo per condividerlo con voi.

Ho usato un mix di farine ed amidi proprio perché sto lavorando ai prodotti senza glutine, volendo potrete provare a cambiare le farine e sperimentare.

Ecco dosi e procedimento

  • 50 grammi di farina di miglio/riso integrale
  • 50 grammi di farina di ceci
  • 50 grammi di farina di tapioca
  • 50 grammi di amido di riso/mais
  • 1 cucchiaino raso di farina di semi di carrube
  • 20 grammi di zucchero di canna grezzo
  • 20 grammi di grappa
  • vaniglia bourbon
  • 100 grammi circa di acqua fredda
  • 1 cucchiaio raso di thain chiaro
  • zucchero a velo
  • olio di arachide per friggere

In una ciotola versate amido, il cucchiaino di farina di semi di carrube, la tapioca e le farine di miglio e ceci con la vaniglia, unite la grappa e lo zucchero, quindi l’acqua poco per volta fino ad ottenere una palla liscia e morbida, a questo punto unite il thain ed amalgamate delicatamente. Per farvi capire come deve risultare l’impasto, prendetene un pezzo, fate una pallina con il palmo delle mani ed appiattitela come fosse una piadina. Se non si spezza la consistenza è quella giusta.

Oliate un contenitore ed adagiateci il vostro impasto quindi lasciate riposare in frigorifero un paio d’ore.

Prendete un foglio di carta forno, spolverate con farina di riso, appoggiate l’impasto, spolverate anch’esso di farina di riso,  coprite con un altro foglio di carta forno e stendetelo delicatamente  tirandolo il più sottile possibile. Vi raccomando di infarinare bene perché se si attaccherà sollevandolo si romperà tutto.

Fate scaldare l’olio in una pentola capiente, quindi friggete le vostre chiacchiere un po’ per volta fino a doratura. Fatele asciugare su carta assorbente quindi spolveratele con zucchero a velo.

Se provate a cambiare farine e vi va di condividere i vostri punti di vista scrivetemi

Alcune Foto

Created by www.gretatessarolo.com .© 2020 Alice Chiara Capponi. All Rights Reserved