Amo scrivere, in modo totalmente anarchico, senza pressioni e senza scadenze.
Scrivo per lo più quando sono malinconica...

Social Network

Focaccia semola e patate

ed una buona dose di sentimento

Aprile 16, 2020.AliceChiara.7 Likes.2 Comments

Ciao a tutti!

Mi riaffaccio per pubblicare la ricetta di una focaccia di semola e patate che ho impastato ieri per testare il forno della nuova casa.

Non vi racconterò adesso tutto quello che è successo in questo periodo di quarantena, ma lo farò non appena sarò più serena.

Intanto vi faccio dono di questa golosa focaccia impastata per puro piacere, venuta però così buona che non potevo non condividerla.

120 grammi di patata lessa

250 grammi farina di semola

250 grammi farina 0

2 grammi di lievito di birra fresco

200 grammi di acqua

150 grammi di latte intero

2 cucchiaini rasi di sale

Per condire:

Pomodorini

Sale grosso

Origano

Olio extravergine d’oliva

In alternativa potrete usare ciò che avete in frigo ed è magari in scadenza, oppure se vi è rimasto un quantitativo piccolo di qualcosa e non sapete in che preparazione usarlo.

Io, ad esempio, avevo una mozzarella in scadenza, un pezzetto piccolo di gorgonzola e una zucchina che stava diventando troppo morbida e ho smaltito il tutto creando una focaccina gustosissima.

Allora, con questo impasto vi verrà una teglia da forno più la metà.

Vi chiedo scusa se sono dosi poco precise ma ho impastato proprio per rilassarmi e non ho pensato al risultato.

Che, essendo molto buono, desidero comunque condividere.

Per prima cosa schiacciate bene la patata con una forchetta oppure con un mixer, se lo avete.

Unire nella ciotola della planetaria la patata, il lievito, il latte e tutta la farina.

Cominciate ad impastare a bassa velocità unendo anche l’acqua pian piano.

Quando l’impasto avrà assorbito l’acqua unite anche il sale.

Attenzione alla forza delle farine che utilizzerete, visto che in questo periodo non è sempre possibile reperirle.

Se vi sembra troppa non aggiungete tutta l’acqua, andate per step.

Rovesciate l’impasto ben incordato su un piano infarinato e lasciatelo riposare 10 minuti, quindi dategli una bella forma arrotondata e ponetelo in una ciotola ben oliata a lievitare.

Due/tre ore ad almeno 22 gradi, poi in frigo 24/26ore.

Io l’ho preparata per pranzo.

L’ho tirata fuori dal frigo alle 7, lasciata a temperatura ambiente fino alle 10, poi ho pesato 750 grammi per la teglia grande, il resto per una teglia più piccola.

Le ho formate e poi le ho lasciate lievitare un’ora, stese, messe in teglia e poi condite.

Le ho cotte verso le 12.30.

Forno a 220 gradi, cottura per 20’ circa, l’importante è che siano ben dorate.

Mi dispiace non poter essere più precisa ma usate il sentimento più della precisione e vedrete che verrà buonissima.

Vi bacio.

Alcune Foto

Comments (2)

  • Horacio Bey . Maggio 19, 2020 . Rispondi

    articolo perfetto grazie

    • (Author) AliceChiara . Maggio 19, 2020 . Rispondi

      Grazie mille Horacio!

Add comment

Created by www.gretatessarolo.com .© 2020 Alice Chiara Capponi. All Rights Reserved