Amo scrivere, in modo totalmente anarchico, senza pressioni e senza scadenze.
Scrivo per lo più quando sono malinconica...

Social Network

Daniele Filippini

Azienda Agricola Sièman

Febbraio 12, 2020.AliceChiara.5 Likes.0 Comments

1-Ciao Daniele e grazie per aver accettato di rispondere a qualche domanda per il mio blog.

Ti va di raccontarci un po’ di come è nato questo progetto e dove si trova la vostra azienda?

Alice grazie a te!

Questo progetto nasce nel 2014 quando, stanchi di vivere in ufficio, abbiamo deciso di cambiare vita provando a seguire le nostre passioni: il vino e la birra. Abbiamo trovato un fazzoletto di terra in stato di abbandono sui colli Berici in provincia di Vicenza ed è stato colpo di fulmine. Ci sono voluti 3 anni per rimettere in ordine i vigneti e piantarne di nuovi . Ora abbiamo 4 ettari di vigneto circondati da bosco.

La vendemmia 2019 è stata la prima vera per noi, in cui tutti i vigneti sono entrati in produzione. 

In agricoltura ci vuole pazienza.

2-Quindi siete tre fratelli che hanno deciso di cambiare vita per inseguire un sogno!

Inutile dire che la mia stima è immensa.

Cosa facevate tu e i tuoi fratelli prima di intraprendere questa avventura?

Grazie per le belle parole! E’ stata davvero dura i primi anni ti confesso: doppio lavoro per mantenerci e lavoro 7 giorni su 7 quasi tutto l’anno. Ma ne è valsa la pena.

Io facevo l’ingegnere, Andrea il commercialista e Marco lavorava per una cooperativa di disabili. 

(Il nome dell’azienda, Sièman, significa appunto “6 mani” n.d.r.)

3-Daniele raccontaci dei vostri vini, che sono naturali, è corretto?

Si Alice, anche se questo termine “naturale” non è riconosciuto da nessun organismo autorizzato. Però esprime il concetto tra gli addetti ai lavori e poi non saprei come altro chiamarli.

Prima di acquistare i vigneti, ormai da anni, ci eravamo avvicinati a questo tipo di vini e alle persone che ci stanno dietro. Cosa da non trascurare: dietro ogni vino c’è una persona con una storia da raccontare e con una sua visione etica.

Per noi non c’è altro modo di fare agricoltura e di pensare ai nostri vini. Grande attenzione in vigna, pochi interventi mirati in biologico per portare in cantina uve sane e mature. In cantina si lavora solo con l’uva e se necessario un minimo quantitativo di solforosa. Nessun altro intervento tra l’uva e la bottiglia.

Ma soprattutto ci vuole tanta, tanta attenzione in cantina. Fare vino “naturale” è davvero difficile, ci son sempre tante incognite e pericoli. Bisogna esser presenti e pronti ad intervenire, soprattuto durante le fermentazioni che sono sempre spontanee.

4-So che da qualche tempo avete cominciato a produrre anche delle birre artigianali.

Perché avete fatto questa scelta?

La scelta di fare anche birra era nel progetto fin dal 2014, ma siamo riusciti a concretizzarla solo nel 2017. Birre prodotte in piccoli lotti: fermentazioni miste con le nostre colture di lieviti e batteri derivanti dai vini, aggiunta dei nostri mosti e lunghi affinamenti in legno. Sono birre da evoluzione, ci vogliono dei mesi in bottiglia prima che siano pronte.

Il nostro modo di vedere le birre è strettamente legato al territorio dove lavoriamo ogni giorno.

5-Camaleonte: anche se è troppo tempo che non lo bevo mi è rimasto nel cuore, uno dei vini migliori io abbia mai bevuto.

Ma perché questo nome?

Alice, che bello sentire queste parole, grazie.

Come dicevo prima, nel 2014 la nostra prima annata. Siamo partiti con l’idea di fare un bianco ed un rosso. Bene, mai fare programmi in agricoltura: annata piovosissima, freddo in estate e uve che marcivano prima di arrivare a maturazione. Allora ci siamo detti: mettiamo assieme tutte le uve e facciamo un rifermento in bottiglia: Camaleonte.

Quindi il nome sta ad indicare che questo vino si adatta all’annata più di tutti gli altri. Ogni anno è diverso, nell’uvaggio o nella vinificazione.

Giusto per ricordarci che chi comanda non siamo noi, ma il territorio!

 

Grazie mille Daniele!

Spero di poter tornare a trovarvi presto.

Vi raccomando, andate anche voi a conoscere questa splendida realtà, diamo visibilità ai piccoli produttori che curano le terra!

Categories: Vita e Storie
Created by www.gretatessarolo.com .© 2020 Alice Chiara Capponi. All Rights Reserved